Salute Pubblica

 

La SCOPH – Standing Committee On Public Health è un bacino di idee e potenzialità: racchiude in sé un po’ tutte le anime del SISM perché in ogni area del SISM, se si vuole, c’è un po’ di Salute Pubblica. Tutti i temi di cui questa area si occupa, infatti, sono cruciali nella formazione dello studente di Medicina sia in quanto futuro medico, sia in quanto cittadino.

Pensiamo alla DONAZIONE di emoderivati, organi e midollo: la sensibilizzazione della popolazione su questo argomento diventa un atto “rivoluzionario” all’interno del mondo della Medicina e altrettanto d’impatto sulla popolazione generale, in quanto una società più generosa diventa anche più coesa e prospera. AVIS, AIDO e ADMO sono i nostri partner di riferimento in questa missione così importante.

Pensiamo anche alla DISABILITA’, in tutte le sue varianti: persone ipovedenti o cieche, sorde, incapaci di muoversi autonomamente… hanno le stesse opportunità dei cittadini non disabili? La SCOPH si interroga su questo e, nel tentare di creare un ponte verso queste realtà che spesso dalla politica non vengono adeguatamente tutelate, abbraccia le molteplici sfumature della loro umanità, cercando di entrarci più profondamente in contatto. Un esempio? Le cosiddette “Cene al buio”, in cui si ha la possibilità di sperimentare sapori e odori in una sala completamente al buio; alcuni ragazzi non vedenti accompagnano i partecipanti alla cena in un percorso sensoriale che non prevede l’uso della vista, in modo da calarli per una sera in quella che è la loro realtà quotidiana. Le emozioni di chi ha vissuto quest’esperienza sono veramente grandi!

Ma la SCOPH non finisce assolutamente qui, e allora possiamo parlare anche di PREVENZIONE nella popolazione, soprattutto per quanto riguarda tumori e malattie cardiovascolari (obiettivo principale di un grande evento cittadino che è “La Salute scende in piazza”), di CONFLITTO DI INTERESSI NELLA PRATICA MEDICA (a cui è dedicato un approfondito Workshop nazionale che è tra i progetti di punta dell’associazione), di SALUTE MENTALE (tema che spesso pure nel corso di Psichiatria all’Università viene affrontato marginalmente e senza una visione ampia), di DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (patologia sempre presente, sempre più in crescita ma spesso sottovalutata, che logora chi ne soffre in maniera subdola e viscerale), e infine di DIPENDENZE E SOSTANZE D’ABUSOCURE PRIMARIE, VACCINAZIONI, ANTIMICROBICO-RESISTENZA

Il punto di forza della SCOPH, insomma, è quello di essere totalmente trasversale e “malleabile”: con quest’area ci possiamo fare di tutto, inventarci cose nuove o riproporre i soliti temi, ma anche rilanciare argomenti già trattati con punti di vista e spunti nuovi. La SCOPH e di chi ci crede e di chi crea: se vuoi essere il cambiamento, sii SCOPH!

 

Arianna Meacci (Local Public Health Officer 2017/2018)